Riflessioni

"Io sono venuto non per essere servito, ma per servire" (Gesù)

Gesù servo di Dio A che cosa serve Cristo Gesù? Allora gli si avvicinò la madre dei figli di Zebedèo con i suoi figli, e si prostrò per chiedergli qualcosa. Egli le disse: «Che cosa vuoi?». Gli rispose: «Di'' che questi miei figli siedano uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno». Rispose Gesù: «Voi non sapete quello che chiedete. Potete bere il calice che io sto per bere?». Gli dicono: «Lo possiamo». Ed egli soggiunse: «Il mio calice lo berrete; però non sta a me concedere che vi sediate alla mia destra o alla mia sinistra, ma è per coloro per i quali è stato preparato dal Padre mio». Gli altri dieci, udito questo, si sdegnarono con i due fratelli; ma Gesù, chiamatili a sé, disse: «I capi delle nazioni, voi lo sapete, dominano su di esse e i grandi esercitano su di esse il potere. Non così dovrà essere tra voi; ma colui che vorrà diventare grande tra voi, si farà vostro servo, e colui che vorrà essere il primo tra voi, si farà vostro schiavo; appunto come il Figlio dell''uomo, che non è venuto per essere servito, ma per servire e dare la sua vita in riscatto per molti». Questo racconto è tratto da Matteo (cap. 20). La madre di Giacomo e Giovanni pone a Gesù una richiesta politica ed economica: vuole che i suoi figli siano i ministri più importanti del suo futuro regno. Secondo le false attese giudaiche del tempo, la donna immagina il regno di Gesù come potere terreno economico politico (teocratico), proprio come alcuni che oggi ancora si aspettano un regno terrestre o come altri che gestiscono un regno politico economico pensando di farlo a nome e per conto di Gesù Cristo. Gli uni e gli altri dimenticano che il reame di Dio è giustizia, pace e felicità nello Spirito di Dio: queste condizioni si possono attuare quando si è realmente chiesa-comunità del Signore. Gesù servì Dio bevendo il calice della sofferenza che uomini insensibili gli avevano preparato. L''indifferenza è ancor oggi il nostro peccato? Chi è al servizio di Dio? Ecco, il mio servo avrà successo, / sarà onorato, esaltato e molto innalzato. / Come molti si stupirono di lui / - tanto era sfigurato per essere d''uomo il suo aspetto / e diversa la sua forma da quella dei figli dell''uomo - / così si meraviglieranno di lui molte genti; / i re davanti a lui si chiuderanno la bocca, / poiché vedranno un fatto mai ad essi raccontato / e comprenderanno ciò che mai avevano udito. / Chi avrebbe creduto alla nostra rivelazione? / A chi sarebbe stato manifestato il braccio del Signore? / È cresciuto come un virgulto davanti a lui / e come una radice in terra arida. / Non ha apparenza né bellezza / per attirare i nostri sguardi, / non splendore per provare in lui diletto. / Disprezzato e reietto dagli uomini, / uomo dei dolori che ben conosce il patire, / come uno davanti al quale ci si copre la faccia, / era disprezzato e non ne avevamo alcuna stima. / Eppure egli si è caricato delle nostre sofferenze, / si è addossato i nostri dolori / e noi lo giudicavamo castigato, / percosso da Dio e umiliato. / Egli è stato trafitto per i nostri delitti, / schiacciato per le nostre iniquità. / Il castigo che ci dà salvezza si è abbattuto su di lui; / per le sue piaghe noi siamo stati guariti. / Noi tutti eravamo sperduti come un gregge, / ognuno di noi seguiva la sua strada; / il Signore fece ricadere su di lui / l''iniquità di noi tutti. / Maltrattato, si lasciò umiliare / e non aprì la sua bocca; / era come agnello condotto al macello, / come pecora muta di fronte ai suoi tosatori, / e non aprì la sua bocca. / Con oppressione e ingiusta sentenza fu tolto di mezzo; / chi si affligge per la sua sorte? / Sì, fu eliminato dalla terra dei viventi, / per l''iniquità del mio popolo fu percosso a morte. Questo brano del profeta Isaia (cap. 53) non si riferisce alle sofferenze di padre Pio, ai dolori di madre Teresa di Calcutta, alle pene della Vergine, alle preoccupazioni del papa, ai meriti delle sofferenze dei "santi"... Il brano parla del Messia, cioè di Cristo Gesù, delle sofferenze causate a Lui dall''ignoranza e indifferenza degli esseri (dis-)umani. Cristo Gesù, e soltanto lui, è il servo di Dio. Solo lui è il Sommo Sacerdote che è capace di soccorrerci al momento opportuno e sostenerci nei momenti duri dell''esistenza. Solo Lui è Vivente. Solo Lui è il Mediatore unico tra Dio e noi. Perché rivolgersi ai morti che non possono fare nulla per noi? Solo Gesù Cristo è Risorto e vive. UN INVITO CORDIALE domenica 13 novembre ore 18.00 Cristo Gesù Servo di Dio Il "santo padre" è al servizio di Dio? padre Pio è al servizio di Dio? In che modo Gesù servì Dio? chiesa di Gesù Cristo via G. Carducci, 9 - APRILIA _______________ Conversazioni personali per una lettura meditata della Sacra Scrittura. Su appuntamento tel: 328.1299756 (contatto personale) __________ la domenica ore 10 conversazione biblica e culto a Dio il mercoledì ore 19 lettura e conversazione biblica

Vedi allegato

Torna alle riflessioni