Riflessioni

La parabola del soldato

C’era una volta un soldato valoroso, che per la patria valorosamente combatteva

Guerreggiava e lottava di trincea in trincea

Sempre avanti sul campo di battaglia

Un giorno gli ordinarono di stare a guardia di un faro su un’isola deserta

Lui, spirito obbediente e combattivo, si mise di guardia

Si alzava presto al mattino

Faceva il giro della postazione col fucile spianato

La sera faceva un secondo giro con la lampada in una mano e una bomba a mano nell’altra

Di tanto in tanto, sentendo un fruscìo, e immaginando che il nemico fosse sbarcato sull’isola, gridava “Altolà! Chi va là!” oppure “Parola d’ordine!” Ma era solo qualche volpe che se ne sgaiattolava via

La guerra intanto infuriava lontano

Tremenda

Nucleare

E alla fine finì perché morirono tutti

Ma il valoroso soldato combattente è sempre là, sull’isola, a far la guardia col fucile spianato

Anche ora che nemici e amici sono tutti morti

[Cloe]

Torna alle riflessioni